X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Dreamtime Dance Magazine
RICERCA NEL SITO CERCA
I nostri Partners

festival dreamtime Liberamente europa Baslini metalli spa Save spa Tamberlow snc - Siti web

Dreamtime social Pagina facebook Viaggiatori dell'anima Canale Youtube Dreamtime Profilo Twitter Dreamtime
Contatti:
Direttrice Editoriale: Paola Banone Fotografo: Franco Covi
Un modo semplice e sicuro per sostenere le attività del magazine
Inserisci qui il tuo indirizzo mail per iscriverti alla nostra Newsletter:
Invia
Editoriale
Dreamtimedancemagazine, redazione nata in una periferia milanese in cui abbiamo la nostra sede operativa. Siamo cresciuti come una redazione giovane, diversa e indipendente, per viaggiare nel mondo della danza e di molto altro, dal balletto al contemporaneo, dal teatrodanza al mixability. Un magazine edito dall'Associazione Culturale Vi.d.A., produttore del Festival Internazionale Dreamtime: danza senza limiti, che della Mixed Abilities Dance ha fatto la sua bandiera. Il magazine si avvale della collaborazione di affermati professionisti, nuove leve, sguardi molteplici sul complesso mondo della danza. Paola Banone, direttrice del festival Dreamtime, coordinatrice del magazine, ricercatrice, da tanti anni compie un lavoro mirato sul mixability e sulla relazione tra danza e sociale.
Direttore del magazine è Claudio Arrigoni, giornalista sportivo e commentatore dello sport paralimpico per Rai e Sky; testimonial dell'intera operazione è Anna Maria Prina, ex direttrice per 32 anni Scuola di ballo del Teatro alla Scala, personalità di spicco della danza italiana, coinvolta dal settembre 2011 nel lavoro con la Cie MixAbility Dreamtime.
24/09/2013
Festivals-Dreamtime

URBANFERAL

Nita Little e la C.ie M.A.D.Time al Festival d'Avignon 2013


Presentiamo un "primo promo" del Progetto di residenza artistica URBANFERAL, della coreografa americana Nita Little, coreografa e danzatrice pioniera della Contact Dance Improvvisation, che ringraziamo per la sua grande generositÓ e passione. La C.ie M.A.D.Time Ŕ stata diretta da Nita Little dal 22 al 27 luglio 2013 al Festival d'Avignon e ha presentato questo primo step del progetto URBANFERAL. Si ringraziano i danzatori ospiti Sara Simeoni, Davide Rocchi, Gloria Dorliguzzo, Marco Pericoli e i danzatori della C.ie M.A.D.Time, che da anni seguono il lavoro di Paola Banone in un progetto di ricerca con la danza e il MixAbility Group, il focus di ricerca della compagnia. Si ringrazia per le riprese il fotografo Franco Covi, Stefano Roveda per le proiezioni video e Riccardo Covi per il montaggio. La seconda fase del progetto inizierÓ nel marzo 2014 con la coreografa Nita Little con cui la C.ie ha iniziato un interessante progetto di ricerca. URBANFERAL Ŕ appena cominciato, per chi fosse interessato potete inviare una mail al direttore artistico della C.ie M.A.D.Time paola.banone@gmail.com

Paola Banone